Ultima modifica: 14 giugno 2015
CTS Sondrio > News > Decreti di individuazione sedi CTS e azioni di formazione per l’anno 2015

Decreti di individuazione sedi CTS e azioni di formazione per l’anno 2015

Nota di trasmissione e decreti di individuazione delle sedi e dei referenti CTS e BES. L’elenco dei CTI verrà a breve reso disponibile sul sito nello spazio dell’Ufficio IV.

Print Friendly, PDF & Email

 

Direzione Generale
Ufficio IV – Rete scolastica e politiche per gli studenti
Via Pola, 11 – 20124 Milano 
Posta Elettronica Certificata: drlo@postacert.istruzione.it

Nota prot. n. MIUR AOO DRLO 1515
Milano 06 febbraio 2015

 

Ai Dirigenti di tutte le istituzioni scolastiche di primo e secondo grado della Lombardia

Ai Dirigenti ed ai referenti dei CTS della Lombardia

Ai Dirigenti delle scuole finanziate dal DM 762/14

Al Dirigenti degli Ambiti Territoriali

Ai Referenti BES degli Ambiti Territoriali

 

OGGETTO: Decreto di individuazione sedi CTS e CTI e azioni di formazione 2015.

I Centri Territoriali di Supporto (CTS), i cui compiti e funzioni sono previsti e disciplinati dalla Direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012 e successive modifiche ed integrazioni, sono collocati presso le scuole polo di cui al decreto (allegato n. 1) che coordinano le attività a livello provinciale.

I CTS, espressione della sinergia tra gli Ambiti Territoriali, CTI e le nuove tecnologie, operando in collaborazione con i Referenti provinciali degli Ambiti Territoriali, le Amministrazioni locali e gli stakeholders dei territori, nel rispetto delle politiche scolastiche dell’USR e del MIUR, danno annualmente attuazione alle azioni e misure previste dal proprio piano di intervento.

Il management di tale piano, espressione locale della policy ministeriale, trova rispondenza nelle disposizioni normative tenendo conto dei bisogni specifici di ciascun territorio provinciale.

A tal proposito risulta importante ribadire l’importanza della qualità ed efficacia della relazione tra CTS, CTI e scuole, al fine di assicurare la massima ricaduta possibile delle azioni di consulenza, formazione, monitoraggio e raccolta di buone pratiche in ciascun territorio.

Tanto premesso, alla luce delle disposizioni dei decreti ministeriali n. 821/13, 762/14 ed 824/14, al fine di migliorare ed aumentare le competenze dei docenti e quindi i processi di integrazione a favore di alunni con disabilità e bisogni educativi speciali, risulta necessario armonizzare le azioni formative delle scuole finanziate e dei CTS con le politiche scolastiche dell’USR ribadendo il ruolo ricoperto dai CTS quali soggetti istituzionali, direttamente coordinati a livello regionale, che, si trovano a svolgere un’azione propulsiva e determinante rispetto alla possibilità di offrire servizi di qualità in risposta ai bisogni del contesto territoriale in cui operano.

In tema di formazione docenti, con particolare riferimento al D.M. 762/14, al fine di coordinare una formazione che abbia come obiettivo la qualità e come punto di attenzione il corretto uso delle risorse finanziarie, in un’ottica di condivisione dei prodotti si raccomanda alle scuole ed ai CTS finanziati di prevedere la documentazione attraverso video lezioni, presentazioni o altro materiale digitale. In caso di lezioni frontali si segnala la disponibilità dei professionisti indicati nell’allegato al DM 762/14 ad effettuare interventi gratuiti in tema di BES.

Tali azioni, con particolare riferimento alla formazione docenti 2015, sono prioritariamente rivolte ai docenti curricolari che insegnano nelle classi con alunni BES. Questi docenti, sono tenuti a condividere i materiali ed i contenuti del percorso formativo con il proprio consiglio di classe.

L’efficacia di questo complesso sistema di condivisione “ a cascata” sarà soggetta a monitoraggio da parte dell’USR.

Per il Dirigente dell’Uff. IV
il Dirigente dell’Uff. III
Giuseppe Bonelli

Print Friendly, PDF & Email

Scarica